Ponte di Carasco, domani la scelta della ditta per la ricostruzione

Ponte crollato, si avvicina la ricostruzione
Ponte crollato, si avvicina la ricostruzione

Domani la Provincia sceglierà a quale impresa affidare i lavori. Intanto, proseguono le verifiche su altri tre ponti. Preoccupa quell di Comorga, che sarà rinforzato alla base da una scogliera di massi.

Domani la Provincia sceglierà, sulla base delle offerte presentate, l’impresa che con procedura negoziale sarà incaricata della ricostruzione del ponte sullo Sturla, a Carasco. Intanto, dopo l’ultima ondata di maltempo e nonostante l’abbondante acqua che in questi giorni scorre nello Sturla, sono ripresi i lavori alle fondazioni delle spalle in cemento armato che dovranno sostenere il nuovo ponte. Ricostruire il ponte crollato è l’intervento più urgente, ma la Provincia continua anche a monitorare altri tre ponti: quello di Comorga, all’altezza dell’Ipercoop, quello sulla provinciale 33 all’incrocio di Settembrin e quello di Maggi, sulla provinciale 32. Se gli ultimi due ponti non lasciano prevedere rischi nel breve periodo, per il ponte di Comorga è stato riscontrato un parziale scalzamento della pila centrale. Per proteggere e rafforzare la pila, appena il livello del torrente lo consentirà, verrà sistemata alla sua base una scogliera di massi naturali.