Piccoli negozi ed attività artigianali potranno chiudere i porticati privati

Il consigliere regionale Claudio Muzio
Il consigliere regionale Claudio Muzio

La modifica alla legge sui sottotetti è stata approvata questa mattina dal consiglio regionale. A favore ha votato la maggioranza, mentre le opposizioni si sono astenute. Claudio Muzio di Forza Italia si dichiara deluso dell’astensione del Partito Democratico.

Il consiglio regionale ha approvato questa mattina una modifica alla legge del 2001 relativa al recupero abitativo dei sottotetti. La modifica consente a piccolo negozi, pubblici esercizi, attività artigianali, uffici e studi professionali di ampliare le loro superfici di lavoro chiudendo i loro porticati privati esistenti, come già potevano fare le abitazioni private e le attività ricettive. Commenta Andrea Costa del Nuovo Centrodestra, primo firmatario del provvedimento: “Diamo così una mano concreta alle attività esistenti, mettendo a loro disposizione spazi aggiuntivi per il lavoro senza ulteriore consumo di suolo”. La maggioranza ha votato a favore, mentre le opposizioni si sono astenute. Angelo Vaccarezza di Forza Italia parla di “azioni concrete per sostenere le nostre piccole aziende”, mentre Luigi De Vincenzi del Partito Democratico spiega l’astensione del suo gruppo con il mancato accoglimento di un emendamento che poneva, sono le sue parole, “regole e paletti affinché non ci fosse il cosiddetto liberi tutti”. Claudio Muzio di Forza Italia si dice deluso dal voto di astensione del PD: “Era una buona occasione – commenta – per approvare unitariamente un provvedimento finalizzato a sostenere un settore fortemente colpito dalla crisi economica come quello dell’edilizia”. Per Paolo Figoli, presidente di Confartigianato Anaepa Costruzioni Liguria, infine, si tratta di “una misura che va nella giusta direzione di favorire tante piccole realtà”.