Piante pericolanti nei torrenti, per eliminarle non si paga più l’istruttoria

Niente più istruttoria per procedere alla pulizia dei rii
Niente più istruttoria per procedere alla pulizia

La Provincia semplifica la burocrazia per l’eliminazione delle piante pericolanti negli alvei o sulle sponde dei torrenti con bacino inferiore a un km: occorrerà solo darne comunicazione all’ente, senza più istruttoria.

Pulire i rii dalla piante pericolose senza chiedere l’autorizzazione alla Provincia ora si può. L’ente semplifica la burocrazia (superando un regio decreto del 1904 con il nuovo regolamento di polizia idraulica) e permette ai privati cittadini di intervenire negli alvei o sulle sponde dei torrenti con bacino inferiore a un km per eliminare eventuali piante pericolanti. Purché l’operazione sia manuale, senza l’impiego di mezzi meccanici come pale o escavatori, sarà sufficiente dare all’ente comunicazione che si intende procedere al taglio, senza dover sborsare denaro, come prima, in oneri di istruttoria.