Pestaggio di Lorsica, i tre aggressori possono uscire per lavorare

Lo ha deciso il Gip del Tribunale di Chiavari

Il Gip Fabrizio Garofalo del tribunale di Chiavari ha concesso il permesso di uscire di casa per poter lavorare ai tre uomini di Cicagna accusati di tentato omicidio per aver pestato un 34enne marocchino a Verzi di Lorsica lo scorso 19 agosto.

Possono tornare al lavoro i tre uomini di Cicagna agli arresti domiciliari con l’accusa di tentato omicidio del 34enne marocchino pestato a Verzi di Lorsica lo scorso 19 agosto. Il Gip Fabrizio Garofalo del tribunale di Chiavari ha concesso loro infatti il permesso di uscire di casa per poter lavorare. Indagati e vittima si erano ritrovati faccia a faccia (anche se l’extracomunitario era coperto da un paravento) lunedì di fronte al giudice per le indagini preliminari Fabrizio Garofalo e al pubblico ministero Gabriella Dotto durante l’incidente probatorio. Sono quattro in totale gli uomini indagati per il pesante pestaggio: oltre ai tre autori materiali compare infatti anche un quarto uomo, ex assessore di Coreglia Ligure, che avrebbe assistito all’aggressione, ma senza intervenire direttamente. Per lui però non sono state emanate misure cautelari.