Pendolari Liguria, le speranze per il 2012

2012 meno nero per i pendolari

Sollevati per il ripristino dei fondi destinati al trasporto regionale per il 2012 da parte del Governo Monti, il Comitato Pendolari auspica un tavolo di confronto con la Regione per ripensare il contratto di servizio.

Il Comitato Pendolari Liguri tira un sospiro di sollievo per il ripristino totale, da parte del Governo Monti, delle risorse da destinare ai Contratti di Servizio 2012 per il trasporto ferroviario regionale. “L’auspicio è che quanto prima la Regione Liguria confermi il programma di esercizio ora limitato a marzo fino a dicembre 2012 e destini gli aumenti tariffari 2012 al ripristino dei più significativi treni tagliati nel corso del 2011, assicurando, in questo modo, un servizio dignitoso ai propri cittadini – spiega il comitato – Il ripristino dei fondi purtroppo non risolverà tutte le problematiche proprie del trasporto ferroviario della nostra regione, frutto di accavallarsi di scelte sbagliate nel corso degli anni, di limitate risorse e di assenza di programmazione integrata”. I pendolari quindi sperano anche che sia dato vita “a un serio tavolo di confronto con la Regione finalizzato ad serio ripensamento del contratto di servizio firmato nel 2009 ed alla riscrittura del piano di esercizio ferroviario 2013”.