Partecipattiva alla conquista dell’elettorato disperso

Giorgio Canepa, Partecipattiva

Giorgio Canepa: “Proseguiamo il nostro imprgno, ringraziamo chi ci ha votato e cercheremo di attrarre quella fetta di elettorato che non ha votato”. Come? “Con la politca del cittadino: informazione e ascolto”.

“Continuiamo con il nostro programma, e il mio, crediamo sia giusto come risposta agli elettori e come impegno civico, affinché è il bene comune prevalga”. Giorgio Canepa e Partecipattiva, ringraziando in primis chi li ha votati, illustrano ai cittadini come intendono proseguire la propria azione per il futuro: “Siamo fuori dai partiti, ma ciò non vuol dire che non vogliamo fare politica, bensì che che vogliamo fare una politica nuova, quella del cittadino: una politica attiva, che si basi su informazione e ascolto. Io stesso sarà a disposizione diverse volte al mese per incontrare direttamente i cittadini”. L’obiettivo poi è quello di cercare il consenso della fetta di elettorato che ha disertato i seggi: “Cercheremo di attrarre quell’oltre 50% di cittadini che non ha votato o ha votato scheda bianca o nulla: non devono essere lasciati fuori dalla politica, vogliamo far capire che siamo seri e vicini a loro”.