Parcheggi, il Pd torna all’attacco

Il Circolo Pd chiavarese torna ad accusare l’amministrazione sulla gestione dei parcheggi e chiede sia adibita a posteggio pubblico per pendolari e residenti l’area pavimentata che sorge in Colmata dietro ai campi sportivi.

Il Circolo Pd di Chiavari torna a denunciare il problema dei parcheggi in città. Il segretario del PD chiavarese Mauro Ferretti parte da una premessa, e cioè che il Pd, durante la Festa Democratica tenutasi in Colmata, “per limitare al massimo i disagi per i cittadini ha ridotto l’area festa a meno di metà dell’area”. Passate festa ed estate, il disagio però secondo il partito resta, dato che “metà Colmata è inutilizzabile per via dei lavori iniziati durante la stagione estiva, mentre l’area di via Ghio era ancora indisponibile, mentre i parcheggi a pagamento sono disseminati ovunque e non ci sono aree sosta che possano alleggerire i flussi di traffico da e verso il centro città”. Il Pd, nel cercare soluzioni, segnala poi quello che ritiene un esempio eclatante di incapacità amministrativa: “In Colmata, dietro ai campi sportivi e a ridosso del mare, c’è un’area pavimentata con “blocchetti autobloccanti” ma lasciata in condizioni di incuria e degrado – spiega Ferretti – Tale area, chiusa ora al pubblico, è un parcheggio di circa 250 posti auto, con ingresso da entrambi i lati della Colmata. Un’opera pubblica completata dal Comune negli anni scorsi e mai più usata”, che il Pd chiede sia destinata a parcheggio pubblico per residenti e pendolari.