Paralimpiadi, il chiavarese Vittorio Podestà è partito alla volta di Rio de Janeiro

Vittorio Podesta all'aeroporto, destinazione Rio
Vittorio Podesta all’aeroporto, destinazione Rio

È partito ieri con destinazione Rio de Janeiro il campione di hand bike Vittorio Podestà. L’atleta chiavarese rappresenterà l’Italia in Brasile insieme a Luca Mazzone e Alex Zanardi alle Paralimpiadi.

È partito ieri con destinazione Rio de Janeiro il campione di hand bike Vittorio Podestà. L’atleta chiavarese rappresenterà l’Italia in Brasile insieme a Luca Mazzone e Alex Zanardi alle Paralimpiadi. Il campione del mondo di handcycling, punta con decisione all’oro olimpico. Sportivo da sempre, il 43enne nato a Lavagna, ha scoperto la propria passione per l’handbike nel 2003 e nel giro di pochi anni si è affermato come uno dei migliori atleti internazionali della sua specialità. Oro ai Mondiali di Bordeaux 2007, argento alle Paralimpiadi di Pechino 2008; due volte medaglia d’argento rispettivamente ai Mondiali di Bogogno 2009 e di Roskilde 2011. Dalle Paralimpiadi di Londra 2012, dove partecipa nella cronometro (Bronzo), su strada (Bronzo) e a squadre (Argento) la carriera di Podestà inizia la sua vera ascesa: ai Mondiali in Canada nel 2013 conquista due ori, a cronometro e a squadre, e un bronzo su strada; ai Mondiali di Greenville 2014 replica con due ori, a squadre e su strada, e un argento nella cronometro. Ma la soddisfazione più grande arriva ai Mondiali di Nottwill 2015, in Svizzera, nei quali Vittorio riesce nella sua impresa da record: conquistare tre medaglie d’oro nelle rispettive tre competizioni.