Otto anni e dieci mesi di carcere per il padre che non diede assistenza alla figlia disabile

Una storia tragica avvenuta a Rapallo
Una storia tragica avvenuta a Rapallo

I fatti avvennero a Rapallo nel 2014. La Corte d’Appello ha ridotto la condanna di due mesi. Confermati invece i quattro anni ed otto mesi per il marito della cugina che abusò della disabile.

La Corte d’Appello di Genova ha condannato ad otto anni e dieci mesi di carcere l’uomo di 59 anni che, nel dicembre 2014, aveva lasciato senza assistenza la figlia disabile, oggi 24enne, vittima di un’emorragia dopo aver abortito. In primo grado l’uomo era stato condannato a nove anni: la Corte d’Appello ha deciso per una pena più breve, assolvendo il 59enne dall’accusa di occultamento di cadavere. Confermata invece in toto la condanna a quattro anni e otto mesi per il marito della cugina della ragazza, un 57enne di Camogli, che aveva abusato sessualmente della disabile, provocando la gravidanza.