Ospedale di Sestri, i capigruppo di maggioranza chiedono garanzie

Iniziativa anche del Pd, criticata da Conti
Iniziativa anche del Pd, criticata da Conti

I capigruppo di maggioranza del Comune di Sestri Levante chiedono l’indizione di un consiglio comunale congiunto dei sette Comuni del Distretto Socio Sanitario 16 con Montaldo e Cavagnaro. Intanto Conti critica la raccolta firme del Pd.

I capigruppo di maggioranza del Comune di Sestri Levante Matteo Maggi (Pd), Mauro Battilana (La Sestri che vogliamo), Giorgio Grino (Sestri al Centro), Piero Benvenuto (Sel) e Manlio Bandini (UDC-Gente per Sestri Levante) hanno inviato un’interrogazione al sindaco Valentina Ghio sulla situazione dell’ospedale cittadino: sollecitando la piena attuazione del piano di riorganizzazione e circa le notizie su un possibile depotenziamento del nosocomio, i consiglieri chiedono al sindaco di farsi promotrice di un consiglio comunale congiunto dei sette Comuni del Distretto Socio Sanitario 16, alla presenza dell’assessore regionale Montaldo e del Direttore dell’Asl 4.

Intanto, sempre in difesa dell’ospedale, stamattina il Pd di Sestri ha organizzato un presidio con raccolta firme,’iniziativa che però è stata criticata dal consigliere comunale Marco Conti: “Il PD locale manifesta in difesa dell’ospedale quando, al tempo stesso, lo stesso Pd ce lo sta trasformando in un “cronicario”. Il consigliere intanto attende l’ incontro pubblico con l’ Assessore Montaldo: “Qui si utilizzano i reparti ospedalieri come le “vacche di Mussolini” senza tenere minimamente conto delle reali necessità della popolazione, in particolare di Sestri Levante e della Val Petronio. Sestri Levante è l’anello debole della catena nonostante il fumo degli occhi propinatoci da Regione e Asl, entrambe a guida Pd”.