Ospedale di Recco: Capurro punta sui proventi della palazzina ex Sideco

Il consigliere regionale Armando Ezio Capurro

Il consigliere regionale ha illustrato questa mattina in Consiglio un’interrogazione che chiede che i proventi derivanti dalla vendita della palazzina siano utilizzati per l’ex ospedale Sant’Antonio.

Ospedale di Recco: il consigliere Armando Ezio Capurro ha illustrato in Consiglio Regionale un’interrogazione circa la volontà di impiegare i proventi derivanti dalla vendita della palazzina ex Sideco per potenziare la casa della salute prevista presso il Sant’Antonio. Capurro ha dato atto all’assessore alla salute Claudio Montaldo di avere accolto due anni fa gli emendamenti al Piano di riordino, presentati dallo stesso consigliere, che per Recco prevedono una piastra ambulatoriale completa, un country hospital ed il potenziamento del servizio 118. In merito alla palazzina ex Sideco, Montaldo ha risposto che le vendita segue una procedura a sé stante rispetto alle alienazioni in corso approvate dal Consiglio Regionale, confermando comunque l’interesse di un operatore privato. “Spiace purtroppo rimarcare che Montaldo – è stato il commento finale di Capurro – non ha risposto alla mia domanda con la quale chiedevo di impiegare i proventi della vendita a favore delle attività previste presso l’ex ospedale”.