Ospedale di Lavagna, Usb Sanità Tigullio minaccia di rivolgersi all’autorità giudiziaria

pronto soccorso
L’ingresso del pronto soccorso di Lavagna

“Usb Sanità Tigullio” chiede l’immediata chiusura del reparto di medicina dell’ospedale di Lavagna e minaccia di rivolgersi all’autorità giudiziaria se le richieste del sindacato non saranno accolte.

È di ieri la notizia che otto pazienti e quattro operatori sanitari sono risultati positivi al Covid-19. Roberto Mattioli, delegato rsu per “Usb Sanità Tigullio”, ha scritto alla direzione dell’Asl 4 per chiedere che siano segnalati alle autorità sanitarie competenti i nominativi del personale venuto a contatto stretto con chi aveva il virus e per perorare la necessaria sanificazione della struttura. Mattioli sostiene inoltre che nel reparto vengono ospitati sia malati positivi che altri in attesa di tampone, una promiscuità pericolosa a detta del delegato sindacale.