Ordinanza Toti, dure critiche da MoVimento 5 Stelle e Partito Democratico

Roberto Traversi
Il sottosegretario Roberto Traversi

Fa discutere l’ordinanza emanata ieri sera dal presidente della Regione Giovanni Toti, che elimina qualche restrizione in materia di contrasto alla diffusione del Covid-19.

Un’ordinanza arrivata poche ore prima dall’annuncio del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte di alcune novità previste dal 4 maggio. Autentiche bordate arrivano dal MoVimento 5 Stelle. Il sottosegretario Roberto Traversi ricorda che le Regioni hanno la possibilità di introdurre misure ulteriormente restrittive e non ampliative e parla di “ordinanza contradditoria, che finisce con l’entrare in contrasto con quanto deciso dal Governo”. Per il consigliere regionale Andrea Melis l’ordinanza non è legittima e “creerà un problema importante alle Prefetture e a tutte le forze dell’ordine”. Fabio Tosi, a sua volta consigliere regionale, sostiene invece che Toti “ha volutamente forzato la mano con lo scopo di creare attrito tra Governo e Regione”. Dure critiche arrivano anche dal gruppo in Regione del Partito Democratico, secondo il quale l’ordinanza di Toti “genera caos e confusione e serve solo a coprire il fallimento nella gestione regionale dell’emergenza sanitaria”.