Omicidio Vaccaro: Galastro si dice confuso e non ricorda quella notte

Il luogo dell'omicidio avvenuto in Piazza Milano

Anche il presunto omicida ha fatto scena muta davanti al giudice per le indagini preliminari. Ieri si era avvalso della facoltà di non rispondere anche Riccardo Turetta, accusato di essere suo complice.

Anche Massimiliano Galastro, il 27enne accusato di essere l’autore materiale dell’omicidio di Aldo Vaccaro, si è avvalso della facoltà di non rispondere di fronte al giudice per le indagini preliminari Fabrizio Garofalo. Il giovane ha detto di essere in stato confusionale e di non ricordare nulla di quella notte. Il suo avvocato difensore Emanuele Lamberti ha aggiunto che solo quando Galastro ritroverà la sua lucidità potrà essere impostata una linea difensiva. Intanto, lo stato di fermo è stato trasformato in arresto ed il gip ha confermato la custodia cautelare in carcere. Galastro era già detenuto, ma non aveva fatto rientro in carcere lo scorso 8 luglio, quando aveva usufruito di un permesso. Dopo domani avrebbe dovuto presentarsi davanti al giudice per l’udienza di affidamento in prova ai servizi sociali. Ieri anche Riccardo Turetta, accusato di essere il complice di Galastro, si era avvalso della facoltà di non rispondere.