Omicidio Vaccaro: confessa il killer Massimiliano Galastro

Il luogo dell'omicidio avvenuto in Piazza Milano

Il 29enne di Rapallo ha ammesso le proprie responsabilità davanti al pubblico ministero Gabriella Dotto. Ha spiegato di aver perso la testa dopo che Vaccaro ha respinto la richiesta di soldi.

Ha confessato Massimiliano Galastro, il 29enne di Rapallo accusato di aver ucciso la scorsa estate a Chiavari Aldo “Cippi” Vaccaro, titolare dell’agenzia di scommesse di Piazza Milano. Dà notizia della confessione questa mattina il Secolo XIX. L’omicidio risale alla notte fra il 13 e 14 luglio, Vaccaro venne ucciso a colpi di pistola al termine di un tentativo di rapina andato a vuoto. Galastro era stato arrestato qualche giorno dopo perché ritenuto il responsabile materiale dell’omicidio, con la complicità di Riccardo Turetta. Il giovane ha confessato davanti al pubblico ministero Gabriella Dotto. Ha spiegato di avere sparato dopo che Vaccaro lo aveva scacciato con sufficienza. “Ho perso la testa e fatto fuoco”, ha detto Galastro al pm. Ha spiegato di aver organizzato la rapina perché era latitante, ricordiamo che non era rientrato in carcere dopo un permesso, e quindi aveva bisogno di soldi per lasciare il Tigullio.