Omicidio di Craviasco, lunedì sarà interrogato il nipote arrestato

Ieri l'arresto dell'uomo, che si proclama innocente
Ieri l’arresto dell’uomo, che si dice innocente

Claudio Borgarelli, indagato per l’omicidio di Albano Crocco e arrestato ieri, sarà interrogato lunedì. Dopo la prima notte passata nel carcere di Marassi, appare provato, ma continua a proclamare la propria innocenza.

Sarà interrogato lunedì Claudio Borgarelli, il nipote e presunto assassino di Albano Crocco, ucciso e decapitato nei boschi di Craviasco lo scorso 11 ottobre. Borgarelli, difeso dall’avvocato Antonio Rubino, si trova in isolamento nel carcere di Marassi, da dove, sebbene molto provato dalla prima notte passata in cella, continua a dichiararsi estraneo alla vicenda. Convinti della sua colpevolezza invece i carabinieri del nucleo investigativo di Genova, coordinati dal pm Silvio Franz, che lo hanno arrestato ieri dopo aver raccolto una serie di elementi indiziari a suo carico. Fra questi, la discrepanza fra alcune dichiarazioni di Borgarelli e la ricostruzione dei suoi spostamenti, in particolare riguardo ai cassonetti dell’immondizia utilizzati dallo stesso il giorno dell’omicidio.