Olivicoltura, preoccupa la presenza della mosca

Gli ulivi simbolo dell'agricoltura locale
Gli ulivi simbolo dell’agricoltura locale

Gli esperti consigliano un secondo trattamento antiparassitario (per chi non lo avesse ancora effettuato) in prossimità della costa. Nell’entroterra, situazione più tranquilla.

Le condizioni climatiche in essere favoriscono lo sviluppo della mosca olearia e la Cooperativa degli Olivicoltori Sestresi ha diffuso un nuovo bollettino, nel quale consiglia un secondo trattamento con larvicida nelle zone di Moneglia, Sestri Levante e Lavagna. Il secondo trattamento non serve, invece, al momento, nelle zone di Cogorno, Val Graveglia, Val Fontanabuona, laddove si sia già eseguito il primo.