Nuovo risarcimento per le vittime della tragedia del Jolly Nero

A Fratantonio è stata intitolata una targa a Rapallo
A Fratantonio è stata intitolata una targa a Rapallo

La compagnia di navigazione chiede ai famigliari delle vittime una proposta risarcitoria per ciascuna vittima. Fra queste il rapallese Daniele Fratantonio e l’ex comandante del porto di Lavagna Marco De Candussio.

Nuovo risarcimento per le famiglie delle vittime del Jolly Nero: la compagnia di navigazione Ignazio Messina & C Spa ha inviato ai legali dei famigliari delle vittime una lettera in cui chiede loro di quantificare una proposta risarcitoria per ciascuna vittima della tragedia della torre piloti del porto di Genova, abbattuta la sera del 7 maggio 2013 dalla nave cargo Jolly Nero. La compagnia di navigazione aveva già anticipato una parte del risarcimento nella somma 200mila euro a famiglia (eccetto la madre mamma di Giuseppe Tusa, una delle vittime, che li ha rifiutati), con l’impegno di arrivare un completo risarcimento secondo le richieste delle parti. Fra le vittime c’era anche il giovane rapallese sottocapo della Capitaneria di Porto Daniele Fratantonio, al quale recentemente è stata intitolata una targa esposta alla Casa del Mare di Rapallo, e Marco De Candussio, di origini lucchesi, che era stato comandante del porto di Lavagna per una decina d’anni. L’udienza preliminare del processo intanto è stata fissata per il 15 luglio.