Nuove misure a livello nazionale per la sicurezza nelle stazioni

Un treno in transito

Accordo tra Trenitalia e le organizzazioni sindacali: più telecamere a bordo dei treni, indviduazione delle tratte a rischio, controlli preventivi in stazione per non far salire chi sia senza biglietto.

Più sicurezza per il personale, ma anche per i clienti, di treni e stazioni. Trenitalia ha siglato con le organizzazioni sindacali un accordo che potenzia le misure di prevenzione.  L’accordo prevede di potenziare le misure già in atto e introdurne ulteriori in grado di arginare le aggressioni in modo ancora più efficace: tra le principali, l’installazione di impianti di video sorveglianza a bordo dei treni e nelle principali stazioni; la formazione del personale di front line per la gestione delle situazioni critiche; l’implementazione dei controlli preventivi a terra di antievasione, con lo scopo di ridurre al minimo le possibili situazioni “a rischio” per il personale ferroviario e la clientela; l’utilizzo del personale delle squadre antievasione, con il supporto della Protezione Aziendale FS, sulle tratte ad alto rischio; l’individuazione, in base alle segnalazioni pervenute e alla Convenzione con il Ministero degli Interni, delle linee percorse da treni considerati più critici dal punto di vista della sicurezza.