Nuova protesta dei dipendenti di Gianellinrete

Il presidio della scorsa settimana

Senza stipendio e senza prospettive, oggi, i lavoratori della casa di riposo. La Cisl sollecita una soluzione.

Tornano ad allestire un presidio, in largo Ravenna, i dipendenti di “Gianellinrete”, la società, messa in liquidazione, che gestiva la casa di cura “Casa Gianelli”. Questi terranno la nuova manifestazione di protesta domani mattina: “Ad oggi gli stipendi continuano a non essere pagati e sopratutto permane uno stato di assoluta incertezza sulla futura gestione della casa di riposo”, rilevano Andrea Sanguineti e Fabrizio Cafferata, rispettivamente responsabile Cisl area metropolitana e Cisl Federazione pensionati. I due auspicano una soluzione per la vertenza “che abbia una prospettiva “sociale” nei confronti di una realtà cittadina e non solo, che vede la presenza di tante persone anziane. A Chiavari su circa 27500 abitanti sono oltre 8200 le persone oltre i 65 anni di età”.