Notte drammatica al porto di Rapallo: barche affondate, sedici persone salvate in extremis

I vigili del fuoco questa notte al porto di Rapallo

Un soccorso in mare anche a Santa Margherita. Danni notevoli sul lungomare di Rapallo. Le onde hanno invaso la terraferma.

Situazione drammatica, al porto di Rapallo, dopo la notte di mareggiata violentissima e con i moli allo scoperto per il crollo di una ventina di metri della diga foranea. Si parla di un centinaio di barche affondate dalla forza del mare. Un nutrito gruppo di diportisti le cui barche erano ormeggiate all’interno, riferiscono i vigili del fuoco,   è rimasto intrappolato per alcune ore sulla diga, in seguito al crollo di una ventina di metri della stessa. I pompieri sono intervenuti con sommozzatori e in appoggio la squadra di Rapallo e 2 squadre di soccorso acquatico SA, per recuperare e mettere in salvo una ventina di persone. Sul posto anche Guardia Costiera, carabinieri, 118 con l’automedica, ambulanze. I coinvolti, sedici in tutto, erano in grave pericolo vista la mareggiata, e assetate, affamate e alcune in stato di ipotermia. Le operazioni sono iniziate poco prima di mezzanotte e si sono svolte dal mare, grazie ad un gommone messo a disposizione dal Circolo Nautico Rapallo. I sommozzatori hanno fatto la spola fra il molo e banchina, issando a bordo del natante le persone in pericolo e portandole al presidio sanitario allestito per l’occasione presso i locali del circolo nautico. Anche a Santa Margherita, le forze di soccorso sono intervenute per recuperare un gruppo di persone che si trovavano su un peschereccio. Nel frattempo, danni sul lungomare, in particolare a Rapallo, per i locali, ma anche a Santa Margherita e Paraggi. Oggi, sopralluogo del presidente della Regione, Giovanni Toti, e dell’assessore alla protezione civile, Giacomo Giampedrone, a Rapallo, dalle 10.