‘Ndrangheta, il rapporto della Dia: “Lavagna è una delle quattro cosche in Liguria”

Il Comune è stato sciolto per mafia lo scorso marzo

Sono quattro le “locali” che la ‘ndrangheta calabrese ha radicato in Liguria, ‘ndrangheta che ha costituito tra l’altro una sorta di macroarea estesa al basso Piemonte e alla Lombardia retta da una struttura chiamata proprio “Liguria”.

Sono quattro le “locali” che la ‘ndrangheta calabrese ha radicato in Liguria, ‘ndrangheta che ha costituito tra l’altro una sorta di macroarea estesa al basso Piemonte e alla Lombardia retta da una struttura chiamata proprio “Liguria”. Lo si evince dai dati del rapporto semestrale della Direzione investigativa antimafia della Liguria presentati stamani a Genova. Le quattro “locali”, che fanno tutte riferimento alle ‘ndrine calabresi specialmente del reggino, sono state individuate a Lavagna, Genova, Ventimiglia e Sarzana. “Indagini importanti – è stato detto durante la presentazione della relazione – hanno provato l’esistenza di nuclei anche nel savonese collegati direttamente alle ‘ndrine calabresi e a famiglie radicate nel Lazio”.