‘Ndrangheta, i sindacati si uniscono: “Dalla difficoltà un’opportunità di rilancio del comprensorio”

Domenico Del Favero, responsabile Cgil Tigullio Paradiso
Domenico Del Favero, responsabile Cgil

Appello di Cgil, Cisl e Uil del Tigullio e Golfo Paradiso, uniti nel chiedere al territorio di compattarsi per riprendersi dai fatti di Lavagna e generare dal momento di difficoltà un’opportunità di rilancio per il comprensorio. Prossimamente la richiesta di confronti con i sindaci e le forze sociali su vari temi.

Cgil, Cisl e Uil del Tigullio e Golfo Paradiso si uniscono nell’esprimere la preoccupazione per lo scenario portato alla luce dall’inchiesta Conti di Lavagna e e le ripercussioni su tutto il territorio, che “ne esce fortemente indebolito, come immagine credibilità e prospettive”. I sindacati chiedono però di cogliere il momento di difficoltà per “compattare il territorio individuando tutti insieme, politica,istituzioni,forze sociali, proposte e progetti per rilanciare l’economia e l’occupazione”. Alla politica in particolare si chiedono azioni già più volte poste alla sua attenzione: l’esecuzione di opere per la messa in sicurezza del territorio dal dissesto idrogeologico, il potenziamento delle infrastrutture, la gestione comprensoriale del ciclo dei rifiuti, l’individuazione di strutture comprensoriali capaci di promuovere al meglio l’offerta turistica. E poi, sul fronte appalti, si ribadisce che “da diverso tempo insieme alle centrali delle cooperative abbiamo ricercato un confronto con le amministrazioni comunali, ad oggi purtroppo infruttuoso, finalizzato a definire un protocollo che potesse individuare regole e modalità certe per quanto concerne procedure, trasparenza e salvaguardia degli interessi di lavoratori e utenti dei servizi dati in appalto”. Cgil, Cisl e Uil annunciano l’intenzione di chiamare a confronto sindaci e forze sociali su questi e altri temi, “perché da una oggettiva difficoltà si crei una opportunità di rilancio del comprensorio”.