Natale più povero nel Tigullio: acquisti in calo del 20%

Via Martiri della Liberazione

Le stime diffuse da Giampaolo Roggero, presidente Ascom Chiavari: “Il calo in tutti i settori, ma soprattutto abbigliamento, elettrodomestici e articoli per la casa”.

E’ stato un Natale decisamente più povero, quello appena trascorso, per gli italiani e anche, nello specifico, per gli abitanti del Tigullio. Ieri, Coldiretti ha diffuso un dato nazionale secondo cui, per i banchetti, nel 2011 si è speso sensibilmente meno che nei precedenti dodici anni. I commercianti della nostra zona si allineano, segnalando un calo degli acquisti: “Sicuramente hanno pesato la crisi economica generale e la manovra “salva Italia” che è arrivata proprio prima di Natale – commenta Giampaolo Roggero, presidente dell’Ascom di Chiavari -. Ne hanno risentito tutti i settori: in particolare, l’abbigliamento, ma anche elettrodomestici, articoli per la casa e, con dimensioni più contenute, la gastronomia”.
Il calo delle vendite è anche quantificabile: “Per i dati che abbiamo, siamo attorno al 20%. Speriamo che arrivi presto una seconda parte della manovra, per incentivare lo sviluppo ed i consumi, altrimenti, in questo momento, per il commercio è proprio dura”.