Montallegro, la soddisfazione e il rimpianto del sindaco: “Felice per l’esito, ma resta la profanazione”

Carlo Bagnasco e dietro Mentore Campodonico
Carlo Bagnasco e dietro Mentore Campodonico

Carlo Bagnasco esprime sollievo per come si è conclusa la vicenda: “Il quadro è rimasto dove la Madonna ha indicato che restasse”. Il consigliere regionale della Lega Nord Alessandro Puggioni ringrazia le forze dell’ordine.

“Esprimo sollievo e soddisfazione per l’esito della vicenda”: così il sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco commenta quanto avvenuto questa mattina al santuario di Montallegro. “Il Quadretto – sottolinea – è rimasto laddove la Madonna ha indicato che restasse, la storia di Montallegro racconta di fatti simili e l’Icona è sempre rimasta al suo posto”. Il ritrovamento del quadro ha fatto tirare a tutti un sospiro di sollievo, ma resta il rammarico per quanto accaduto: “Una gravissima profanazione – commenta Bagnasco – è stata compiuta in un luogo sacro e caro ai rapallesi per quanto rappresenta nella storia, nelle tradizioni, nella devozione della Città”. Ringrazia le forze dell’ordine per il lavoro svolto il consigliere regionale della Lega Nord Alessandro Puggioni, che così commenta l’accaduto: “Noi rapallini possiamo tirare un sospiro di sollievo. L’icona non è solo un simbolo religioso, ma è molto di più”.