Migranti, viandanti, manifestazioni estive, ripascimento spiagge: le ultime da Rapallo

Non va mai in ferie la politica a Rapallo
Non va mai in ferie la politica a Rapallo

La Lega Nord invita l’amministrazione comunale a prendere provvedimenti contro “viandanti e barboni” e vuole il certificato medico per i migranti. Capurro se la prende per i ritardi in tema di manifestazioni estive e ripascimento.

La politica a Rapallo. La Lega Nord mette nel mirino quelli che definisce “viandanti e barboni” ed invita l’amministrazione comunale a far rispettare il regolamento di polizia urbana e ad emanare ordinanze ad hoc per contrastare chi bivacca in città e magari espleta anche i propri bisogni all’aperto. Fra i suggerimenti che il segretario cittadino Gabriele Vecchia rivolge al sindaco, c’è anche quello di copiare l’ordinanza del Comune di Alassio che vieta l’ingresso sul territorio cittadino ai migranti sprovvisti di certificato sanitario. Il consigliere di opposizione Armando Ezio Capurro attacca invece Carlo Bagnasco in materia di manifestazioni estive e ripascimento delle spiagge. “Dopo il calendario delle manifestazioni estive, presentato ai tempi dei saldi estivi – critica l’ex sindaco – anche il ripascimento viene fatto quando la stagione è quasi finita. Puliamo le spiagge a luglio, facciamo il ripascimento dopo il 15 luglio, presentiamo gli eventi in tempo di saldi”. Capurro chiede inoltre al primo cittadino di precisare per quale motivo se il ripascimento delle spiagge di Trelo e Prelo parte a metà la luglio la colpa sarebbe di Arpal, come dichiarato dallo stesso alla stampa.