Migliora la stazione ferroviaria di Santa, sconosciuta però al web

De Marchi soddisfatto, ma resta ancora da fare

Stamattina il sopralluogo dell’amministrazione, nonostante l’assenza dell’assessore Vesco. Apprezzate le migliorie apportate, ma resta ancora qualcosa da sistemare: dalla pulizia dei binari morti all’aggiornamento del motore di ricera di Trenitalia.

Doveva esserci anche l’assessore regionale Enrico Vesco, che però non ha potuto essere presente, al sopralluogo effettuato stamattina dall’amministrazione sammargheritese alla stazione ferroviaria. Il sindaco Roberto De Marchi e l’assessore Andrea Bernardin hanno comunque apprezzato le migliorie apportate: la ritinteggiatura, le panchine e i nuovi estrattori d’aria nei bagni, ora custoditi da un operatore che beneficia di una borsa lavoro assegnata dai servizi sociali del Comune, le nuove biglietterie automatiche e le obliteratrici. Grazie inoltre alla biglietteria automatica esterna, a breve le parti interne potranno essere chiuse, e in tal modo preservate, negli orari notturni. Qualcosa ancora da sistemare però resta: “Penso all’annoso problema delle barriere architettoniche e all’assenza di un montacarichi a corredo delle scale, che rende improbo il trasporto dei bagagli a chi scende sul terzo binario – ha detto il sindaco –. C’è inoltre la questione della pulizia dei binari morti, che forse non viene effettuata con cadenze ottimali da RFI, visti i rifiuti e le segnalazioni di degrado”. Inoltre, sul sito di Trenitalia resta ancora impossibile conoscere gli orari dei treni in partenza o in arrivo nella località, dato che il motore di ricerca riconosce solo Portofino o “San Margherita Ligure”: “Un problema d’immagine e di sostanza da risolvere in tempi rapidissimi”.