Mario Bellagamba candidato sindaco a Camogli

Uno scorcio di Camogli

66 anni, già primo cittadino nel 1979, l’anno prossimo sarà alla guida di uno schieramento molto eterogeneo, “Patto per Camogli”. Nel frattempo, ieri sera, il consiglio comunale ha approvato tasse e tariffe.

E’ Mario Bellagamba, il primo candidato sindaco del prossimo anno, il 2013. Sarà in corsa a Camogli, città di cui era stato sindaco, per la Demcorazia Cristiana, nel 1979, chiudendo, però, la legislatura come capogruppo di minoranza, a cauas di un ribaltone nelconsigli di allora. Genovese, consulente finanziario, 66 anni, Bellagamba sarà il candidato di “Patto per Camogli”, una lista fortemente trasversale, voluta dai cinque attuali consiglieri di opposizione, per opporsi all’amministrazione di Italo Mannucci e del probabilmente ricandidato Pippo Maggioni. La formazione è molto eterogenea, visto che si va da Aldo Canevello, esponente di Rifondazione Comunista, ad Agostino Bozzo, ex Msi. La candidatura di Bellagamba è stata presentata ieri al Cenobio dei Dogi.

Ieri sera, poi, sempre a Camogli, si è riunito anche il consiglio comunale chiamato ad affrontare tutte le pratiche di bilancio e di natura finanziaria. E’ stato rinviata a venerdì l’approvazione del bilancio preventivo 2012 ma, nel frattempo, sono state discusse le modalità di imposizione, a cominciare dalle aliquote fissate per l’Imu: quella della prima casa è di un punto superiore al minimo, e quindi si colloca al 5 per mille, mentre più alta è quella per le seconde case. Invariata, invece, la tariffa della spazzatura.