Marciapiede interdetto a Cavi, degrado al Parco Tigullio: Angaval scrive al Comune

marciapiede
Il marciapiede interdetto

Il movimento politico chiede alla commissione straordinaria che amministra il Comune di intervenire.

A Lavagna il movimento Angaval ha scritto due lettere alla commissione straordinaria che amministra il Comune. Con la prima viene segnalata la situazione di pericolo legata al cantiere che da un mese impedisce l’utilizzo del marciapiede fra il Villaggio Delpino e l’ingresso in Cavi Borgo. C’è un cartello che invita i pedoni a spostarsi sul lato opposto, ma in quel punto attraversare la strada è pericoloso ed inoltre sul lato opposto della carreggiata manca il marciapiede. La seconda segnalazione riguarda invece la presenza di mezzi per la raccolta della nettezza urbana nel parcheggio del Parco Tigullio. Secondo Angaval nell’area avviene anche il trasbordo di rifiuti dai mezzi più piccoli a quelli più grandi, mentre per terra si trovano percolato e rifiuti caduti accidentalmente. Angaval parla di situazione gravemente antidecorosa e gravemente antigienica e chiede l’allontanamento dei mezzi e la disinfestazione dell’area.

Parco Tigullio Parco Tigullio Parco Tigullio