Maltempo, ghiaccio sulle strade: le prime chiusure nell’entroterra

Problemi alla viabilità causati dal ghiaccio

Chiusi i passi del Tomarlo e del Pescino e la provinciale 72 di Alpepiana. Si valuta la situazione del Passo del Biscia. Obbligatorie le catene montate al di sopra degli 800 metri.

Arrivano le prime notizie di chiusure per la viabilità provinciale dovute al maltempo. Neve e ghiaccio hanno costretto a sospendere la circolazione, nel nostro entroterra, al Passo del Tomarlo, lungo la provinciale 72 di Alpepiana ed al Passo del Pescino. In queste ore si sta inoltre valutando l’opportunità di chiudere al traffico anche il Passo del Biscia. Per il resto la viabilità provinciale è transitabile, anche se le basse temperature della notte e di questa mattina stanno creando non pochi problemi: con diversi gradi sotto lo zero infatti il sale fatica a contrastare la formazione del ghiaccio e proprio questo elemento è il principale pericolo per chi si mette in viaggio. Ricordiamo che nell’entroterra è obbligatorio avere la catene a bordo ed è obbligatorio montarle sui passi al di sopra degli 800 metri. Questa mattina ci sono stati grossi problemi anche lungo l’Aurelia, a Cavi di Lavagna, in prossimità delle gallerie di Sant’Anna. Tutta colpa del ghiaccio, solo dopo l’intervento dei mezzi della Provincia la situazione è tornata verso la normalità ed adesso di circola, sia pure a velocità moderata. La scorsa notte ha nevicato coposiamente anche sulla costa e questa mattina il Tigullio si è risvegliato imbiancato. Freddo intenso soprattutto nell’entroterra: in Val Trebbia si è scesi fino a –14, a Barbagelata la minima è stata di –10, a Santo Stefano d’Aveto di –9. Tre Comuni hanno già deciso di chiudere le scuole per la giornata di domani: sono Casarza Ligure, Castiglione Chiavarese e Moneglia.