Lunga discussione a Chiavari sul Torriglia

Silvia Garibaldi è intervenuta in commissione
Silvia Garibaldi in commissione

Silvia Garibaldi a fine commissione: “Smentite malignità sulla gestione, ma non è vero che non si possa procedere all’ampliamento”. L’opposizione vuole discutere anche il Ponte della Libertà.

Si è riunita, questa mattina, in consiglio, a Chiavari, la commissione convocata, su richiesta di alcuni consiglieri di minoranza, per parlare dell’istituto Torriglia e della sua gestione: “C’e’ stato un doveroso chiarimento su malignità infondate sulla precedente e attuale gestione che circolavano in città”, commenta Silvia Garibaldi di Chiavari avanti così, che, però, d’altro canto, sollecita l’ampliamento della struttura: “La Regione – riferisce – ha chiesto un censimento e una valutazione dei beni patrimoniali del Torriglia come ha fatto per le altre Ipab che 10 anni fa si sono trasformate in Fondazioni. Questo studio é ancora in corso, quindi l’iniziale dichiarazione dell’attuale cda di insostenibilità e non fattibilità, per questioni economiche, dell’ampliamento non e’ dimostrabile allo stato attuale”.

 

Sei consiglieri di minoranza, ovvero Canepa, Cervini, Garibaldi, Giardini, Stagnaro e Vairengo, chiedono, però, la convocazione di un’altra commissione, questa vota quella dei Lavori pubblici, per discutere della problematica del Ponte della Libertà, del quale è prevista la sostituzione, in base ai progetti sull’Entella. Il Comune ha stanziato 50mila euro ed i consiglieri di opposizione chiedono perché, chi li stia gestendo, con quali metodi e tempi si voglia procedere.