Lumini in mare a Rapallo, piccoli volontari crescono

La piccola Martina con mamma e papà
Da anni il Circolo Pescatori Dilettanti Rapallesi, nell’ambito delle Feste di Luglio, si occupa della posa in mare dei lumini. Quest’anno è uscita in barca anche la piccola Martina Canessa, sei mesi di età.

Nuove generazioni e antiche tradizioni come la posa dei lumini in mare nelle sere delle feste di luglio di Rapallo. Il Circolo Pescatori Dilettanti Rapallesi da anni, in collaborazione con l’amministrazione comunale, si occupa proprio di questo particolare aspetto celebrativo. Tutte le sere delle feste al calar del sole, mare permettendo, i volontari soci del circolo sono usciti in barca e hanno posato in mare i lumini. Quest’anno tra i partecipanti all’iniziativa c’è stata una new entry a conferma della volontà del circolo di trasmettere alle nuove generazioni la tradizione della città. Si tratta della piccola Martina Canessa che a soli sei mesi è uscita in barca con il papà Roberto, la mamma Eirka e i nonni Mino e Patrizia, tutti molto conosciuti in città per essere titolari di una nota pasticceria. Martina non ha ovviamente partecipato in modo attivo alle operazioni di posa in mare dei lumini. Ma ha assistito con tranquillità a tutto ciò che facevano genitori e nonni, entrando a soli sei mesi dalla nascita già nella cultura della propria città.