L’ultimo saluto di Rapallo a Paolo Pendola e Fabio Oneto

I due giovani insieme in una foto su Facebook
I due giovani insieme in una foto su Facebook

Monsignor Romano Ferroggiaro ha celebrato questo pomeriggio il funerale dei due giovani morti sabato a Pila. Tantissima gente in Chiesa e fuori, le bare sono state portate a spalla dagli amici.

Rapallo ha reso questo pomeriggio l’ultimo saluto a Paolo Pendola e Fabio Oneto, i due giovani morti travolti da una slavina sabato scorso a Pila, in Val d’Aosta, mentre praticavano snowboard. C’era tantissima gente nella Chiesa dei SS. Gervasio e Protasio, ma anche all’esterno, per partecipare al funerale. In concomitanza con la funzione religiosa, Corso Italia è stata chiusa al traffico. Quattro i carri funebri per portare le corone di fiori, mentre le bare dei due giovani sono state portate in Chiesa a spalla dagli amici dall’Oratorio dei Bianchi. La funzione è stata celebrata da monsignor Romano Ferroggiaro, parroco di San Massimo. Presente anche una folta rappresentanza dell’amministrazione comunale, con in testa il sindaco Giorgio Costa. Numerosi esercizi commerciali hanno accolto l’invito di abbassare per dieci minuti le serrande in segno di lutto e per dieci minuti, alle 15, ha spento la musica anche il Villaggio Natalizio di Santa Margherita Ligure.