Lotta per il Tribunale di Chiavari, da Agostino all’Avvocatura

Si profila una battaglia per la difesa del Tribunale

Vittorio Agostino, sindaco di Chiavari, scrive una lettera al presidente del Consiglio e al Ministro della Giustizia per chiedere il mantenimento a Chiavari del Palazzo di Giustizia. Sul tema discuterà mercoledì anche l’Oua.

Il sindaco di Chiavari Vittorio Agostino ha scritto una lettera aperta al presidente del Consiglio e al Ministro della Giustizia in merito al mantenimento a Chiavari del Palazzo di Giustizia. Il sindaco ricorda che i lavori per il nuovo palazzo, costati circa 13milioni di euro, sono stati avviati quattro anni fa in accordo con il ministero della Giustizia. Il palazzo, per il quale lo Stato ha finanziato 8,7 milioni di euro, permetterà allo stesso di non corrispondere più onersoi affitti per gli spazi attualmente occupati dalla magistratura, ma se il Tribunale dovesse essere accorpato ad altra sede, “lo Stato dovrebbe reperire nuovi spazi per almeno 8mila mq e circa 70 posti auto originando costi addizionali anziché diminuirli”. Inoltre, prosegue Agostino, “si otterrebbe un grave disservizio per un comprensorio di circa 150mila abitanti con conseguenti ripercussioni sull’economia del territorio”; la chiusura del Tribunale perciò “sarebbe un esempio di cattiva amministrazione e spreco di risorse”. E sempre in merito alla paventata chiusura del Tribunale l’Organismo Unitario dell’Avvocatura Italiana ha organizzato un incontro pubblico sul tema “Il Tribunale di Chiavari: una battaglia per il Tigullio”, che si terrà a Chiavari nella sala Ghio Schiffini della Società Economica alle 15.30 di mercoledì 14.