Lotta all’evasione: nei guai con il fisco un architetto ed un avvocato

Professionisti nel mirino della guardia di finanza

Operazione della guardia di finanza di Chiavari: i due professionisti evadevano oltre il 50% del proprio reddito. Accertati redditi non dichiarati per oltre 800.000 euro ed IVA evasa per 145.000 euro.

La Compagnia della guardia di finanzia di Chiavari ha concluso due distinte verifiche fiscali, una nei confronti di un architetto e l’altra di un avvocato, risultati entrambi evasori para-totali, cioè soggetti che hanno occultato al fisco più della metà del reddito effettivamente prodotto. Ad insospettire i finanzieri è stata l’esiguità dei compensi dichiarati dai due professionisti in rapporto al loro tenore di vita: uno è proprietario di un’imbarcazione da diporto, mentre l’altro vive in una lussuosa abitazione, per la quale corrisponde ogni mese un affitto di 1.400 euro. I compensi non dichiarati, considerando varie annualità, sono risultati, per l’architetto, di circa 500.000 euro, mentre quelli riferibili all’avvocato sono stati quantificati in oltre 300.000 euro, con un’IVA evasa pari a 99.000 euro nel primo caso e 46.000 euro nel secondo. I finanzieri hanno anche accertato che l’architetto dava lavoro ad una collaboratrice domestica in nero.