Lotta alla mosca olearia, il bollettino degli Olivicoltori sestresi

Emesso il settimo bollettino degli Olivicoltori

Nuove direttive per gli olivicoltori dell’area del levante ligure (Val Graveglia, Val Fontanabuona, Val Petronio e Entella) impegnati nella lotta alla mosca olearia. Gli Olivicoltori sestresi informano, nel loro settimo bollettino (14/08), che “nelle zone costiere e di primo entroterra è iniziata la fase di inolizione, accumulo di olio nelle cellule.

Nuove direttive per gli olivicoltori dell’area del levante ligure (Val Graveglia, Val Fontanabuona, Val Petronio e Entella) impegnati nella lotta alla mosca olearia. Gli Olivicoltori sestresi informano, nel loro settimo bollettino (14/08), che “nelle zone costiere e di primo entroterra è iniziata la fase di inolizione, accumulo di olio nelle cellule. In tutti i comuni litoranei, Sestri Levante, Lavagna e Moneglia astenersi da nuovi interventi in quanto il trattamento effettuato nelle scorse settimane risulta ancora efficace e coadiuvato dalle alte temperature contiene l’infestazione attiva. Per tutte le zone di primo entroterra e di entroterra in particolare San Salvatore di Cogorno, Leivi, Casarza Ligure e Ne entro i 200 m sul livello del mare astenersi da nuovi interventi in quanto il trattamento effettuato nelle scorse settimane risulta ancora efficace”.