Lo scioglimento del voto della comunità di Rapallo

Il sindaco Bagnasco ed il rettore don Gianluca Trovato

Come sempre accade, la prima domenica dopo le Feste di Luglio, la comunità di Rapallo si è radunata al Santuario di N.S. di Montallegro per la cerimonia dello Scioglimento del Voto, contratto nel XVII secolo, come ringraziamento della città, sostanzialmente risparmiata dal colera che imperversava. Era nutrita, ieri, la rappresentanza dell’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Bagnasco e dal presidente del consiglio comunale Campodonico, e quella dei Sestieri. La Santa Messa è stata officiata dal vescovo di Chiavari, Mons. Alberto Tanasini. Al termine della funzione religiosa si è svolta la consueta firma degli atti a testimonianza dell’offerta dell’obolo della comunità al santuario.

Il vescovo Tanasini e il parroco di Rapallo, don Stefano Curotto
Il rettore, don Gianluca Trovato