Livio Ghisi (FdI): “Assurdo trasformare l’Oasi di Belpiano in centro di accoglienza per immigrati”

Livio Ghisi con gli immigrati
Livio Ghisi con gli immigrati

L’esponente di Fratelli d’Italia mette sotto la lente d’ingrandimento il centro di accoglienza di Borzonasca. Sul tema interrogazione in Regione di Matteo Rosso.

“La scelta di trasformare l’Oasi di Belpiano in un centro di accoglienza è stata assurda”. Lo afferma Livio Ghisi, dirigente provinciale di Fratelli d’Italia. Il tema approda ora in consiglio regionale a seguito di un’interrogazione presentata da Matteo Rosso, consigliere dello stesso partito. Dal 2013 l’Oasi di Belpiano ospita dagli 80 ai 110 immigrati e, secondo quanto riferisce Ghisi, sembra imminente l’arrivo di altri 20 immigrati. Nell’interrogazione si chiede se vengano periodicamente effettuati controlli igienico-sanitari, i percorsi seguiti per integrare gli immigrati nella società, se siano rispettate le normative per la convivenza con i turisti che frequentano il parco e qual è la spesa sostenuta per l’ospitalità. Secondo Ghisi sono molte le lamentele da parte di turisti e di chi frequenta i centri estivi non avvisati da parte di chi gestisce la struttura della forzata convivenza con un centinaio di immigrati.