Lite tra automobilisti, uno minaccia con una baionetta

Il commissariato di polizia procede con la denuncia: la legge vieta di portare in giro la baionetta, che può essere usata come vera e propria arma. Un rapallese è stato denunciato perché girava con una baionetta da guerra, con la quale ha minacciato e quasi aggredito un’altra persona. Nel tardo pomeriggio di ieri due persone hanno litigato per motivi di viabilità a Rapallo. Uno degli automobilisti, 43enne di Rapallo, uscendo dall’auto per dare corso alla litigata, era armato, secondo la testimonianza dell’altro, di un lungo coltello. Scappando, il 56enne aggredito ha visto l’aggressore entrare in una officina. L’impressione, ricavata sempre dall’aggredito, è che nell’auto dell’altro potesse trovarsi anche un’arma, forse una mitraglietta, nascosta in un panno. Gli agenti del commissariato di polizia rapallese, coordinati dal vice questore Carlo Di Sarro, si sono recati nell’officina, dove hanno ritrovato l’auto. Nei pressi, si trovava una baionetta dell’ultima guerra, di circa 30 centimetri. Gli agenti hanno proseguito l’indagine con una perquisizione in casa del sospettato, dove non sono però state trovate armi: la mistraglietta in auto era in realtà un semplice frontalinodi autoradio. L’uomo è stato denunciato per lesioni e porto abusivo di armi.


Redazione Radio Aldebaran – www.radioaldebaran.it