L’inchiesta di Lavagna tocca Chiavari: si dimette l’assessore Mignone

Maria Stella Mignone sul banco della giunta
Maria Stella Mignone sul banco della giunta

Il marito risulta tra le persone che hanno chiesto prestiti agli arrestati con l’accusa di associazione di stampo mafioso. Mignone lascia Palazzo Bianco: “Voglio evitare strumentalizzazioni all’amministrazione”.

L’inchiesta “Conti di Lavagna” tocca anche l’amministrazione di Chiavari: sabato sera, Maria Stella Mignone si è dimessa dal ruolo di assessore alla Pubblica Istruzione e alla cultura, dopo che emerso come il marito, Luigi Pessagno, fosse tra le persone che avevano chiesto un prestito ai Rodà, una delle famiglie indagate per l’associazione di stampo mafioso. Né Pessagno né tanto meno Mignone sono indagati, ma l’assessore, anche su richiesta del sindaco, Roberto Levaggi, ha detto di voler allontanare qualsiasi strumentalizzazione possibile dall’amministrazione in carica.