Libretti al portatore, da oggi non superiori ai 2.500 euro

Poste Italiane e il risparmio

La restrizione dettata dalla legge anti-riciclaggio. Si può ritirare l’eccedente o trasferire tutto in libretti nominativi: l’avviso di Poste Italiane.

Un avviso che giunge da Poste Italiane. Il libretto al portatore, da oggi, non potrà superare, come cifra contenuta, i 2.500 euro. Entra in vigore, infatti, la legge antiriciclaggio del 13 agosto, che riforma anche questo tradizionale struimento di risparmio. I titolati dei libretti al portatore possono prelevare la somma che ecceda i 2.500 eur, oppure estinguere i depositi originari versandoli in altre forme di risparmio. Chi non rispetti la normativa è colpito da sanzione pecuniaria.