Libera professione per gli infermieri, la proposta di legge di Chiesa

Ezio Chiesa lancia la proposta

Il consigliere regionale Ezio Chiesa ha presentato una proposta di legge per consentire la libera professione infermieristica e sanitaria al personale che presta la propria attività a servizio di strutture pubbliche dipendenti dalla Regione Liguria.

Consentire al personale che presta la propria attività a servizio di strutture pubbliche dipendenti dalla Regione Liguria di svolgere la libera professione infermieristica e sanitaria : è questo l’obiettivo della proposta di legge presentata dal consigliere regionale Ezio Chiesa. L’intento è permettere al personale infermieristico e sanitario non medico (tecnici di laboratorio, tecnici  di radiologia, fisioterapisti ecc.) di esercitare la libera professione al di fuori dell’orario di lavoro. A motivare la legge ci sono diversi fattori: la presenza sopra la media di una popolazione anziana che ha maggiori bisogni, specialmente quando i cittadini vengono dimessi dall’ospedale: “Spesso l’assistenza domiciliare non basta – spiega Chiesa –  e le famiglie sono costrette ad integrare il servizio pubblico rivolgendosi a personale privato molte volte non qualificato”. Per Chieda inoltre “assicurare nuove forze nell’ambito di un mercato come quello delle professioni sanitarie comporterà un fondamentale impulso alla contrazione  del “ricovero improprio” presso gli ospedali, di persone soprattutto anziane”, “favorirà l’accesso alla professione al fine di superare l’ annoso problema della carenza di infermieri e di operatori di talune professioni tecnico-sanitarie” ed infine porrà fine alla discriminazione che vede il personale medico “autorizzato ad esercitare la libera professione al di fuori del rapporto di lavoro, mentre ciò non è consentito a coloro che esercitano la professione infermieristica o altra professione sanitaria non medica”.