Lettera esplosiva indirizzata al sindaco Capurro

Filo rosso e polvere da sparo, ma la busta, individuata da una impiegata delle Poste di Genova, era, di fatto, innocua. Una lettera bomba indirizzata al sindaco di Rapallo, Armando Ezio Capurro, è stata individuata in un ufficio postale di Genova, dove vebniva smistata la corrispondenza. Si trattava, in realtà, di un finto ordigno, che non avrebbe potuto esplodere. Dalla busta usciva del filo rosso, rigido, mentre all’interno gli artificeri dei carabinieri hanno rinvenuto della polvere da sparo. Ad accorgersi del filo è stata un’impiegata delle poste, ed attorno alle 19:30 si è avuto l’intervento dei militari, che adesso tengono la busta sotto sequestro. L’intestatario era stato indicato a penna, con scritta in stampatello, sul retro della busta. Si tratta di una tecnica che lascia pensare a persone che si siano improvvisate per la prima volta in un atto del genere.


Redazione Radio Aldebaran – www.radioaldebaran.it