Leivi, l’opposizione lascia l’aula

Il comune di Leivi

Polemiche sulla gestione della palestra e il mancato inserimento delle relative interpellanze all’ordine del giorno. Oggi si riuniscono i consigli di Lavagna e Casarza.


Tre consiglieri di opposizione, con il quarto assente giustificato, hanno abbandonato, ieri sera, l’aula del consiglio comunale di Leivi. Si è trattato di una protesta per il mancato inserimento all’ordine del giorno delle interpellanze sulla gestione della palestra comunale. Secondo le minoranze, infatti, essa è stata assunta da due soci della Pro Loco, nell’ambito della convenzione tra di essa e il Comune per la gestione di alcuni spazi, ma la convenzione non è mai stata formalmente rinnovata, dopo essere scaduta nel 2009. “Siamo andati in proroga salvaguardando i servizi, compresa la palestra, che così rimane a disposizione della scuola”, è la replica del sindaco, Vittorio Centanaro.

Nella serie di consigli comunali in corso in questi giorni, oggi è la volta di Lavagna e Casarza. A Lavagna, dove la riunione è in programma alle 15,30, oltre alla verifica degli equilibri di bilancio, l’assemblea dovrà affrontare l’interpellanza del Pdl sulle problematiche del cantiere dell’ex colonia Cogne, e la mozione di Torchio e Daneri che sollecitano la convocazione della conferenza dei sindaci per abbassare la tariffa dell’acqua.
A Casarza, l’assemblea è convocata alle 21. Verrà sancita l’adesione alla squadra intercomunale di antincendio boschivo, condivisa con Sestri, Castiglione e Moneglia.