Lega: “Decreto Salvini necessario”

Vittorio Mazza e Giovanni De Paoli
I consiglieri regionali leghisti Vittorio Mazza e Giovanni De Paoli

I consiglieri regionali del Carroccio criticano i sindaci “disobbedienti” di Sestri Levante e Sori.

In Italia la protesta dei sindaci contro il decreto sicurezza del governo arriva anche nel Levante, dove alcuni primi cittadini potrebbero rivolgersi alla Corte Costituzionale.  E’ il caso di Valentina Ghio e Paolo Pezzana, rispettivamente primi cittadini di Sestri Levante e Sori. Sostegno al governo arriva dai consiglieri regionali della Lega. Il Decreto sicurezza e immigrazione, convertito in legge dal Parlamento e promulgato dal presidente della Repubblica, contiene norme e principi giusti, condivisibili e necessari nell’interesse dei liguri e degli italiani – affermano in coro Franco Senarega, Paolo Ardenti, Alessandro Puggioni, Giovanni De Paoli e Vittorio Mazza – la gestione dell’immigrazione da parte del centrosinistra in questi ultimi anni ha senz’altro visto crescere l’insicurezza nelle nostre città e nei Comuni sul territorio, aumentando il disagio sociale dei cittadini. La cancellazione dei flussi programmati e l’equiparazione tra i rifugiati che scappano realmente dalla guerra (pochissimi) e gli altri furbacchioni (tantissimi) non ha alimentato solo il business migranti delle varie onlus e coop -proseguono gli esponenti liguri del Carroccio – ma ha scatenato il caos e prodotto disastrose conseguenze che era doveroso contrastare agendo alla radice di quella dannosa equiparazione. Soprattutto perché ce lo hanno chiesto i liguri e gli italiani che hanno democraticamente votato Matteo Salvini. Pertanto, siamo al fianco del ministro dell’Interno e di tutti quei sindaci che oggi, con grande responsabilità, hanno contestato le strumentali posizioni dei loro colleghi di sinistra ed estrema sinistra contro il Decreto Salvini”.