Le Poste: tesoreria e bancomat nei piccoli Comuni

L’ad di Poste Del Fante con il premier Giuseppe Conte

L’incontro a Roma con i sindaci dei centri sotto i cinquemila abitanti: tra gli sportelli previsti in Liguria anche uno a Coreglia Ligure.

Ampia presenza dal Levante ligure si è registrata alla mega riunione dei sindaci dei Comuni sotto i cinquemila abitanti, convocata da Poste Italiane a Roma, per “promuovere un dialogo diretto e permanente e confrontarsi sulle esigenze specifiche del territorio”, secondo quanto annunciato dall’azienda. Di fronte, tra gli altri, al presidente del consiglio Giuseppe Conte, Poste ha annunciato diversi impegni, tra cui la possibilità di assumere il servizio di tesoreria, la fornitura di servizi presso i tabaccai e a domicilio, il wi-fi gratuito dentro e fuori gli uffici postali e l’installazione di nuovi sportelli ATM per il prelievo di denaro. Tra i tre “bancomat” annunciati in provincia di Genova, oltre a Fascia e Rondanina, uno è previsto a Coreglia Ligure, in Val Fontanabuona.