Lavori sulla tratta ferroviaria nel weekend, a Rapallo critiche da Lega Nord e sindaco: “E le Feste di Luglio?”

Preoccupano i disagi preannunciati nel weekend
Preoccupano i disagi previsti nel weekend

Non piace la decisione di Rfi di effettuare nel weekend i lavori di potenziamento della linea che comporteranno cancellazioni e ritardi alla circolazione regionale e non: a Rapallo critici la Lega Nord e il sindaco, che pensa alle ripercussioni sulle Feste di Luglio in programma proprio negli stessi giorni. Critiche anche dal M5S regionale.

Sui lavori di potenziamento della linea ferroviaria programmati da Rfi nel weekend e che comporteranno cancellazioni e modifiche alla circolazione nella tratta Genova – La Spezia sabato 2 e domenica 3 non si sono fatte attendere le reazioni. Il sindaco di Rapallo pensa in particolare alle difficoltà di spostamento legate alle Feste di Luglio: “Una decisione decisamente fuori dai binari, per usare una metafora a tema. Che lascia basiti, perché non tiene assolutamente conto delle pesanti ripercussioni che il flusso turistico subirà nel fine settimana, quanto moltissime persone usufruiscono dei treni per raggiungere le località balneari. Rapallo, in questo senso, è doppiamente penalizzata: nei giorni 2 e il 3 saranno infatti in corso le Feste di Luglio, evento più importante per la città che rappresenta anche un forte richiamo turistico”. “La decisione presa da RFI è a dir poco folle – dice Gabriele Vecchia, Segretario della Sezione della Lega Nord di Rapallo -. Si prevede un fine settimana che si trasformerà in un vero e proprio calvario per chi deciderà di spostarsi in treno nella riviera del levante ligure. E sicuramente non sono pochi gli utenti e i turisti che sabato 2 e domenica 3 giugno intendono godersi delle giornate di relax al mare. I lavori si devono obbligatoriamente eseguire di notte e non nel week end o ancora peggio durante la settimana quando i convogli sono occupati dai numerosi pendolari che si servono della rete ferroviaria per recarsi al lavoro. Diciamo basta a queste scelte aziendali che non si curano minimamente delle esigenze di chi alla fine quei treni li prende per lavoro o per divertimento. In questo modo si va a colpire la vocazione turistica della Liguria e si va a minare l’intervento prezioso che su tale comparto sta effettuando l’Ente regionale”. Dure critiche anche dai consiglieri regionali Alessandro Puggioni (Lega Nord) e Fabio Tosi (MoVimento 5 Stelle): “I dirigenti di RFI vivono su Marte? RFI programma dei lavori sulla tratta ferroviaria del levante ligure non garantendo i treni regionali ma solo Intercity e Frecce. Durante il fine settimana, soprattutto nella stagione estiva, è inconcepibile pensare di aprire dei cantieri nella stazione di Genova Nervi, così come sarebbe paradossale aprirli durante la settimana causando seri disagi ai pendolari. I lavori si fanno di notte dalle 22 alle 6 del mattino così come fanno Autostrade Italiane. In questo modo non si creerebbero disagi e polemiche”.