Lavori nell'”ex ferrovia”, a Moneglia la minoranza chiede garanzie

Moneglia, preoccupazione per i lavori

La minoranza di Moneglia guidata da Giovanni Vernengo chiede rassicurazioni circa il progetto di realizzazione di spazi commerciali nel terrapieno che si trova sotto la strada delle galleria: “Chiediamo un incontro pubblico in cui si illustri il progetto”.

Sui lavori inerenti l’“ex ferrovia”, la minoranza di Moneglia chiede chiarezza e garanzie circa il progetto che porterà alla realizzazione di locali commerciali nel terrapieno nel tratto tra il torrente San Lorenzo e “la Piccola” con nuova apertura di volti finalizzati ad uso economico. L’accordo, tra le ferrovie e il Comune, risale al 2004: “Da tempo si delinea un progetto realizzativo, non chiaramente esposto in tutto il suo dettaglio, che prevede il recupero del terrapieno – spiega l’opposizione – Considerando l’impatto dell’opera, anche sulla viabilità, chiediamo nuovamente che venga presentato pubblicamente il progetto attuativo, con puntuale descrizione delle modalità, dei tempi di esecuzione e dei soggetti coinvolti, la previsione organica e di insieme delle destinazioni d’uso dei nuovi locali che saranno ricavati, e la contropartita pubblica che il soggetto attuatore sarà tenuto a realizzare per il Comune”. Il gruppo chiede anche che siano indicate tutte le clausole tecnico-finanziarie di garanzia per la comunità, “nell’ottica di una necessaria salvaguardia in termini di impatto ambientale, soluzioni per la viabilità, rispetto dei tempi ed effettiva conclusione delle opere”.