Lavagna respinge la fiera di San Simone il 23 dicembre

La fiera era stata rimandata per l’allerta

Parcheggi e viabilità condizionati all’antivigilia: 100% Lavagna e Officina Lavagnese chiedono lo spostamento di qualche giorno.

Sono già due le forze politiche di Lavagna che chiedono all’amministrazione commissariale di spostare di qualche giorno la fiera di San Simone, rispetto alla data fissata del 23 dicembre, collocandola tra Natale e Capodanno. Secondo Laura Corsi, candidata sindaco di “100% Lavagna”, “la data scelta è totalmente avulsa dalle tradizioni cittadine, la modifica del calendario è intempestiva e (a quanto ci risulta) non condivisa preventivamente con nessuna organizzazione, associazione o soggetto che possa rappresentare gli interessi della nostra Città”. In particolare, “l’ubicazione della fiera comporterebbe disagi alla viabilità che , in quei giorni, è già particolarmente caotica”. Il direttivo di “Officina Lavagnese” interviene, a sua volta, dicendo: “Abbiamo da subito riscontrato preoccupazioni e contrarietà sia da esercenti del Centro Storico che da privati cittadini circa la gestione di viabilità e parcheggi sia riguardo agli inevitabili riflessi che lo svolgimento della fiera in tale data avrebbe sugli esercizi commerciali cittadini”.