Lavagna, l’attività dei gruppi di opposizione non si ferma

comune Lavagna
Il Comune di Lavagna

“Officina Lavagnese” riporta che molti operatori socio-economici di Lavagna hanno difficoltà nel riaprire i propri esercizi.

Per questo motivo i consiglieri Guido Stefani e Aurora Pittau chiedono all’amministrazione comunale una moratoria temporanea di quanto approvato nel corso dell’ultimo consiglio comunale in riferimento alle misure di contrasto all’evasione dei tributi locali. “Officina Lavagnese” chiede inoltre facilitazioni per l’occupazione di aree di suolo pubblico, attraverso la concessione di ampliamenti e di riduzione delle tariffe sia Tosap che Tari.

Laura Corsi e Mario Maggi, di 100% Lavagna, ricordano invece che nel corso dell’ultimo consiglio comunale sono state approvate due mozioni ed un ordine del giorno presentati dal gruppo. Le mozioni prevedono un costante monitoraggio dei lavori, attualmente sospesi da Anas, nei pressi delle gallerie di Sant’Anna, e un investimento da 50mila euro per lavori nella palestra della scuola media Don Gnocchi. L’ordine del giorno prevede invece agevolazioni sulla Tari per piccole imprese e famiglie in difficoltà.